Abarth 124 spider

Love Moto
Abarth torna sul palcoscenico internazionale del Salone di Ginevra 2016 con una grande novità: l’esordio della Abarth 124 spider
È l’erede dell’omonima roadster che portò Fiat a vincere il suo primo Campionato Europeo Rally negli anni Settanta ed è, come l’antesignana, una vettura divertente e non convenzionale, destinata a diventare un’icona del piacere di guida. 
Sinceramente dopo tanta attesa ci si aspettava qualcosa di più a livello di stile e di immagine, ma gli accordi presi con la Mazda hanno sviluppato questa macchina sulla base della conosciuta MX5 

Trazione posteriore con differenziale autobloccante meccanico 
La 124 spider è pensata per le emozioni e per le performance e ha tutte le qualità per appagare anche i piloti più esigenti.

L’Abarth 124 spider è dotata di un potente e affidabile motore turbo a quattro cilindri da 1,4 litri con tecnologia MultiAir. Il propulsore eroga 170 CV (ovvero circa 124 cavalli per litro) e 250 Nm di coppia, per una velocità massima di 232 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi.

L’automobile è disponibile in cinque diverse colorazioni: due tonalità pastello, “Bianco Turini 1975” e “Rosso Costa Brava 1972”, e tre  metallizzate, “Blu Isola d’Elba 1974”, “Grigio Portogallo 1974″ e “Nero San Marino 1972”. Anche il nome di queste colorazioni intende essere un tributo ai prestigiosi successi ottenuti dal marchio nel mondo dei rally. La colorazione di serie è il Nero San Marino 1972.

Design interni
Anche l’interno rispecchia il DNA Abarth, con un’impronta complessiva orientata a garantire una perfetta ergonomia. I sedili in pelle, contenitivi e al contempo molto confortevoli, mantengono il guidatore in una posizione di guida ideale, più bassa e arretrata possibile, per poter avvertire meglio ogni movimento laterale della vettura.

Tutte le informazioni di prodotto sono reperibili sul sito www.fiatpress.com.

Comments on Facebook