Sometimes they come back

Love Moto

Streetfighter…era da tanto che non ne vedevo in giro, sembra quasi essere arrivata dagli anni 90, magari dalle pagine di riviste come Bielle Roventi o i Cafe Racer ( italiano ) delle prime uscite .

      
Questo è quasi un ritorno alle origini, per Maurizio Carraro di Imbacadero14,  perchè il tuning, come si chiamava una volta, era la base filosofica per modificare le moto sia da parte degli appassionati che dei meccanici ( si una volta le special le facevano loro e non i preparatori)
Si prendeva una sportiva magari un pò malconcia, ma con un ottima base tecnica e prestazionale e si modificava per migliore quello che era il prodotto standard e dare un stile personale.
Certo Maurizio chi abituato a moto più eleganti dove lo stile viene attenzionato, ma in questo caso è stato un pò sacrificato per creare questa hot rod su 2 ruote .
Si perchè l’elemento che subito salta alla vista è il grande filtro aria che sbuca dalla parte superiore del serbatoio.
Accusato da alcuni di fare solo moto leccate ha voluto dimostrare che anche sul piano delle performance può dire la sua.
La modifiche sono numerose per questa Suzuki Gsxr 1000 del 2001 che hanno chiamato KAMIKAZE…un nome che più jap di cosi non si può.

Modifiche :
-Serbatoio ristretto con aspirazione da sopra con filtro K&N
-air box in carbonio con nuovi convogliatori esterni costruiti in vetro resina 
-radiatore recuperato da una moto che ha fatto l’italiano sbk dell’epoca 
-pedane arretrate 
-telaio posteriore completamente ricostruito
-ammortizzatore di sterzo
-ammortizzatore showa posteriore
-forcelle anteriori modificate con aggiunta di regolazione 
-fanale anteriore superduke KTM
-power commander
-cambio elettronico
-teste rifatte e lucidatura condotti
-scarico completo in titanio
-manubrio a sezione differenziata con piastra in alluminio per avanzamento 
-super rapido
-pompa freno radiale
-tubi completi in treccia aeronautica

Foto by Giovanni Federici 

Comments on Facebook